COLORANTI ALIMENTARI: COME COLORARE LE VOSTRE RICETTE

Colorare in cucina con Archinuè

Coloranti Alimentari in polvere

Argomenti dell’articolo

Cosa sono i coloranti alimentari
Come nascono i coloranti alimentari
I coloranti alimentari naturali e artificiali
Quali dolci preparare con i coloranti alimentari
Quali coloranti alimentare comprare
Quanto costano i coloranti alimentari
I coloranti alimentari in polvere
I coloranti Archinué

 

Coloranti Alimentari Naturali

 

Cosa sono i coloranti alimentari

 

I coloranti alimentari aggiungono una nota di colore e rendono unici i vostri piatti come una tavolozza per un artista, sono un ingrediente immancabile per dolci, torte e altri piatti. Prelibatezze come macaron, red velvet cake, marshmallow fondant, ciambelle e dolci farciti hanno in comune un ingrediente: i coloranti a uso alimentare.

Per colorante alimentare s’intende qualsiasi composto chimico di origine organica e inorganica che può modificare il colore di un alimento. Sono considerati additivi alimentari, anche se molti di essi sono di origine naturale, come per esempio l’arancione ricavato dalle carote. In alcuni casi, inoltre, i coloranti sono utilizzati per riprodurre il sapore dell’ingrediente che sostituiscono come per esempio uno dei più utilizzati quello che in yogurt, gelati, caramelle e altri tipi di cibi riproduce il sapore della fragola.

 

 

Colorante Alimentare in polvere SARI

 

Come nascono i coloranti alimentari

 

Il colore è legato alla proprietà fisica degli alimenti: deriva, infatti, dall’assorbimento delle lunghezza d’onda della luce delle sostanze coloranti, l’oggetto in questione assorbe tutti i colori tranne uno e quello sarà visibile all’uomo. Il loro utilizzo nell’industria alimentare è per lo più riconducibile all’associazione diretta con il sapore, come la sovracitata fragola o il rosso del ketchup. Il colorante alimentare utilizzato per la salsa con cui condiamo le patatine è la cocciniglia (E120) ricavata dall’insetto omonimo, uno dei peggiori parassiti che può infestare le nostre piante.

 

Colorante Alimentare Rosso Sari

 

I coloranti alimentari naturali e artificiali

 

I coloranti sono espressamente legati a ingredienti e a sostanze naturalmente presenti negli alimenti. I coloranti alimentari più noti sono l’arancione legato alla carota e al carotene; il bianco derivato dal lardo animale, il rosso dal sangue o dalla frutta rossa ricca di flavonoidi e antiossianti, il giallo è ricavato dal tuorlo, mentre il nero è legato ai ribes neri.

I colori naturali, invece, derivano direttamente dai cibi: l’arancione dalle carote, il bianco dal latte, il marrone da castagna e zucchero caramellato, il rosa dal salmone, il giallo dalla buccia di limone e di banana, il porpora dalla barbabietola, il rosso dall’anguria, dal pomodoro e dalle arance di Sicilia.

 

Colorare gli alimenti con SARI

 

I coloranti alimentari vengono ottenuti anche da molti ortaggi: il giallo dalla curcuma (curcumina), ilerde dalla clorofilla, l’uva è usata per le nuance di rosso e blu e l’azzurro dalla spirulina, un’alga cerulea che veniva utilizzata già dagli antichi Romani.  Anche l’orceina ha un’origine antica, era nota e utilizzata già nell’antico Egitto. Due coloranti che dimostrano che questa pratica non è per nulla moderna.

 

Colorante alimentare in polvere Verde

 

Altro discorso per i coloranti alimentari artificiali che come anticipato sono aggiunti per arricchire i colori e renderli in un certo modo più invitanti. Contrassegnati dalla lettera E e da un numero, per esempio E140 corrisponde a clorofilla, il loro uso nel settore alimentare è discusso perché spesso causano reazioni allergiche.

 

Quali dolci preparare con i coloranti alimentari

 

I coloranti per dolci più comuni si presentano in forma liquida o gel, ma possono anche esistere in formato polvere e pennarello. Vengono spesso usati per colorare la pasta di zucchero e decorare i nostri dolci. Sono fondamentali per colorare i macaron, i pasticcini francesi deliziosi che riescono a unire bontà e bon-ton che allietano i nostri palati da molti anni. Sono anche usati anche per ricreare una delle torte più gustose da preparare e mangiare: la Red Velvet Cake che annovera fra i suoi principali ingredienti il colorante rosso.

 

Colorante Rosso per Red Velvet

 

Si possono preparare molti altri dolci con il colorante per alimenti: torte arcobaleno, cupcake unicorno, biscotti ricoperti di glasse colorate, marshmallow fondant e una serie di ricette per far sbizzarire i nostri chef.

 

Quali coloranti alimentari comprare

 

Comprare coloranti alimentari è un’impresa facile visto che in commercio se ne trovano in formati diversi e con prezzi adatti a ogni tasca. Iniziamo a fare chiarezza, i coloranti sipossono dividere in due famiglie gli idrosolubili e i liposolubili. I primi si sciolgono a contatto con il liquido, i secondi sono utilizzati per colorare le parti del dolce che contengono una base grassa, per esempio pasta di mandorle.

I colori alimentari in pasta, invece, sono usati per tingere la pasta da zucchero, sono i più diffusi sul mercato e i più facili da comprare. I coloranti alimentari in polvere sono un ottimo sostituto delle forme solubili in acqua, nelle basi grasse o nella pasta perché si possono aggiungere direttamente all’impasto. Infine, i colori alimentari in versione pennarello sono ottimi per scrivere sulla pasta da zucchero come dei veri pennarelli. Non dimentichiamo che i colori per alimenti non riguardano solo i dolci e/o torte, ma possono essere la base di molte altre ricette: si possono usare per colorare la pasta e ideare piatti buoni e colorati come dei quadri.

 

Colorante alimentare Viola per dolci

 

Quanto costano i coloranti alimentari

 

La gamma dei coloranti per alimenti è talmente vasta ed è possibile trovare sul mercato un colore per ogni tasca. I prezzi dei colori alimentari variano, infatti, dai 2 euro in formato gel a più di 20 per acquistare una boccia di colore per alimenti idrosolubile. I pennarelli, gli spray e i gel hanno cifre allineate e possono avere un costo dai 2 ai 15 euro. I coloranti alimentari sono in vendita sia online che nei negozi specializzati. Su internet si trovano moltissimi colori per dolci di diverse marche e hanno un costo medio di 8-10 euro.

Questa varietà in commercio si rispecchia anche nel ventaglio di coloranti alimentari da comprare e nei loro prezzi, è possibile comprare coloranti a ogni fascia di prezzo.

 

I coloranti alimentari in polvere

 

Nel panorama infinito di coloranti alimentari si inserisce Archinué dell’azienda agricola Sari. Un colorante in polvere made in Sicily disponibile in quattro diverse nuance: verde, arancione, rosso e viola.

Questi coloranti conservano colore, sapore e le proprietà nutritive degli ingredienti usati per realizzarli. Grazie ad alcune tecniche, gli alimenti che compongono i quattro coloranti sono prima essiccati e poi polverizzati. Nella lavorazione, inoltre, si riciclano anche dei componenti di scarto alimentare. Il prodotto finale è un colorante alimentare che si adatta alle diverse diete e anche al regime crudista (nell’intero processo non viene superata la temperatura di 42 gradi).

Il nome vuol dire arcobaleno in dialetto antico siciliano (tratto dal lessema Archi i Nué), i coloranti alimentari disponibili sul sito di Sari sono il verde, il viola, l’arancione e il rosso. Il prezzo è accessibilissimo, questi coloranti alimentari hanno un costo di 3,90 euro per ogni confezione.

 

I coloranti Archinué

 

I Coloranti Alimentari in polvere di SARI Azienda Agricola

 

Verde, rosso, arancione e viola, i coloranti in polvere per alimenti Archinuè riprendono i colori dei prodotti ricavati alle pendici dell’Etna. Un suolo unico dà quindi vita alle verdure che compongono questi coloranti alimentari, unici nel loro genere. È qui che l’azienda agricola Sari preleva le materie prime per realizzare i suoi prodotti. I coloranti alimentari di Sari derivano dagli spinaci, dalle carote, dal cavolo viola e dalla bietola rossa.

Partiamo proprio dal colorante alimentare rosso Archinuè: la polvere rossa deriva dalla bietola rossa. Ricca di vitamine C e K, calcio e magnesio, è un alimento che contrasta l’osteporosi, rafforza il nostro scheletro. Queste proprietà restano anche nel formato “polverizzato” di questo colorante alimentare “made in Sicily“.

Il colorante per alimenti arancione, invece, deriva dalle carote, anche questa pianta è ricca di vitamina A e ha un’azione antiossidante e antitumorale. Come per gli altri coloranti della gamma si può usare per tingere la pasta o per abbellire dolci e torte.

Deriva dal cavolo cappuccio rosso, noto anche come cavolo viola, il colorante alimentare viola di Archinué deve il suo colore forte ad alcune sostanze solubili in acqua, le antocianine con molte proprietà benefiche: antiossidanti, anti-età e antiinfiammatorie.

Chiude la carrellata di coloranti alimentari il verde, ricavato dagli spinaci, fonte di acido folico e vitamina A. Ricchissimi di ferro, sono usati per combattere anche l’anemia. Originaria dell’Asia, questa pianta della famiglia delle Chenopodiacee è stata introdotta in Sicilia dai Saraceni nell’827 d. C. Si consuma, quindi, da 1194 anni. Archinué verde può essere usato per colorare pasta, dolci e perché no anche frullati, come si vede in questa foto.

Come per tutti i coloranti alimentari dell’azienda agricola di Sari, anche questo verde mantiene le proprietà nutritive inalterate. Aggiungere colore, sapore e mangiare sano e bene… è possibile!